Pivot Point: cosa sono e come si usano nel trading

I trader dei mercati azionari, delle criptovalute e delle materie prime (commodities) utilizzano con grande successo i pivot point nelle loro strategie di trading.

Per prevedere i livelli di supporto e resistenza per la sessione di trading in corso o per quella successiva, essi vengono calcolati tenendo conto dei prezzi massimi, minimi e di chiusura delle sessioni di trading precedenti.

pivot point trading analisi
Adobe Stock

Questi livelli vengono poi utilizzati per formulare le previsioni. I trader possono utilizzare questi livelli di supporto e resistenza per definire le posizioni di entrata e di uscita, che possono essere utilizzate per gli ordini di stop loss e per gli scenari di presa di profitto.

Nell’ambito dell’analisi tecnica, un pivot point è un calcolo o un’indicazione che viene utilizzata per determinare la tendenza generale del mercato su diversi periodi di tempo. È sufficiente prendere la media dei prezzi massimi, minimi e di chiusura del giorno di negoziazione precedente per arrivare al pivot point stesso.

Durante la giornata di contrattazione successiva, si ritiene che il trading al di sopra del pivot point indichi il persistere di un sentimento rialzista, mentre il trading al di sotto del pivot point indichi il persistere di un sentimento negativo.

Quali sono i metodi utilizzati per determinare i pivot point

Per calcolare i pivot point si possono utilizzare diversi approcci, tra i quali il più diffuso è il sistema a cinque punti. Questa tecnica determina un pivot point prendendo in considerazione il massimo, il minimo e la chiusura del giorno di contrattazione precedente, oltre a due livelli di supporto e a due livelli di resistenza. Questi complessivamente corrispondono a un totale di cinque punti di prezzo.

Le equazioni sono le seguenti:

  • Il pivot point è pari a:  (Previous High+Previous Low+Previous Close)/3
  • Il supporto 1 (S1) è uguale a: (2 Pivot Point ∗ 2) meno il massimo precedente.
  • Il supporto 2 (S2) è uguale al punto pivot meno la differenza tra il massimo e il minimo precedente.
  • La Resistenza 1 (R1) è uguale alla differenza tra il minimo precedente e il punto pivot moltiplicato per due.
  • La Resistenza 2 (R2) è uguale al punto di pivot più la differenza tra il massimo e il minimo precedente.

Se si opera su titoli azionari che vengono scambiati solo in determinate ore del giorno, è opportuno utilizzare i prezzi massimi, minimi e di chiusura delle consuete ore di contrattazione del giorno.

I Pivot Point nella pratica

Nei mercati aperti 24 ore su 24, come il mercato dei cambi (Forex), in cui si effettuano transazioni valutarie, i pivot point vengono talvolta determinati utilizzando l’orario di chiusura di New York, che corrisponde alle quattro del pomeriggio (Eastern Standard Time), su un ciclo di 24 ore.Alcuni trader scelgono di utilizzare le 23:59 GMT per segnare la fine di una sessione di trading e le 00:00 GMT per segnare l’inizio di una nuova sessione. Ciò è dovuto al fatto che il calendario GMT viene spesso utilizzato anche nel trading di valuta estera.

Quando si tratta di fornire livelli di supporto e resistenza per il giorno successivo, è prassi comune applicare i punti di pivot al grafico utilizzando i dati del giorno precedente. Tuttavia, è anche possibile utilizzare i dati della settimana precedente per creare punti di snodo per la settimana successiva. I day trader e gli swing trader ne trarrebbero vantaggio, mentre gli swing trader ne trarrebbero maggiore beneficio.

Altri approcci possibili

Un’altra versione tipica del metodo dei cinque punti è l’aggiunta del prezzo di apertura al calcolo, che avviene come segue:

Pivot Point = (Today’s opening+Yesterday’s High+Yesterday’s Low+Yesterday’s Close)​/4

A questo punto, il prezzo di apertura viene incorporato nel calcolo. Successivamente, i supporti e le resistenze possono essere calcolati nello stesso modo del sistema a cinque punti, con l’eccezione che nelle procedure di calcolo viene utilizzato il pivot point modificato.

La maggior parte dei sistemi grafici calcola i punti di pivot per noi, anche se è essenziale avere la capacità di calcolare i punti di pivot per capire con cosa si lavora. Gli indicatori di pivot point possono essere facilmente aggiunti al vostro grafico e potete selezionare i parametri più adatti alle vostre esigenze.

punto di fulcro trading mercati
Adobe Stock

Per una guida completa alla scelta del broker più sicuro e adatto alle proprie esigenze e strategie, oltre ai parametri vitali da valutare nella scelta, corri a leggere il nostro articolo:
Come scegliere il broker per il trading sullo stock market: guida per il 2023

Capire i punti di pivot e come utilizzarli in modo profittevole

Durante il calcolo del pivot point, il pivot point stesso funge da supporto e resistenza principale. Ciò indica che si prevede che il movimento di prezzo più significativo avverrà a questo particolare prezzo.Esistono altri livelli di supporto e resistenza che hanno un impatto minore. Ma che hanno comunque il potenziale di causare grandi fluttuazioni di prezzo. I pivot point possono essere utilizzati in due modi diversi.

Il primo passo da compiere in questa fase è l’identificazione della tendenza generale del mercato. Se il prezzo del pivot point viene rotto durante un rialzo, il mercato è considerato rialzista. Nel caso in cui il prezzo scenda al di sotto del pivot point, ciò indica una tendenza ribassista.

Sfruttare i livelli di pivot con ordini limit

Il secondo approccio consiste nell’entrare e uscire dal mercato sfruttando i livelli di prezzo considerati punti di pivot. A titolo di esempio, un trader può piazzare un ordine limite per acquistare cento azioni nel caso in cui il prezzo sfondi un livello di resistenza. Un’ulteriore opzione per un trader è quella di posizionare un ordine di stop loss in corrispondenza o in prossimità di un livello di supporto.

Nonostante ci siano occasioni in cui sembra che i livelli siano abbastanza efficaci nell’anticipare il movimento dei prezzi, ci sono altri casi in cui sembra che i livelli non abbiano alcun impatto. Come per qualsiasi altro tipo di strumento tecnico, non è detto che dipendere esclusivamente da un singolo segnale porti a un guadagno finanziario.

Il trader è l’unico responsabile della performance di un sistema di pivot point e il successo del sistema dipende dalla sua capacità di utilizzarlo insieme ad altri tipi di analisi tecnica, mantenendone l’efficacia. Altri indicatori tecnici possono includere qualsiasi cosa, dalla divergenza della media mobile di convergenza (MACD) ai modelli di candele o persino l’uso di una media mobile per aiutare a determinare la direzione del trend. La probabilità di successo di una transazione aumenta in proporzione alla quantità di segnali positivi ad essa associati.

Pivot point nel Forex

A differenza della maggior parte degli indicatori tecnici, i pivot point sono progettati per prevedere i punti di svolta del mercato.Vengono determinati utilizzando operazioni matematiche di base e i prezzi massimi, minimi e di chiusura del giorno di negoziazione precedente. Quando si calcolano i pivot point nel mercato dei cambi, si prende in considerazione l’intero periodo di trading di 24 ore. Il prezzo alla fine della “sessione” negli Stati Uniti è considerato il prezzo di chiusura.

I calcoli tradizionali per il pivot point portano alla produzione del pivot point stesso, che è il più autorevole degli indicatori, oltre a tre livelli di supporto e tre livelli di resistenza. Per determinare se una particolare sessione di trading ha un orientamento solitamente rialzista o ribassista, si prende in considerazione la posizione del prezzo in relazione al punto di rotazione primario.

Sebbene i pivot point costituiscano la base di una parte significativa dell’analisi tecnica utilizzata dai day trader, è possibile che la loro utilità nel segnalare i momenti di svolta sia attribuibile al fatto che sono così ampiamente utilizzati come indicazione dell’attività del mercato a determinati livelli. Questo fenomeno è noto come Self fulfilling prophecie (profezia che si autoavvera).

Come fare trading sul forex usando i Pivot Point

Nonostante i pivot point siano abbastanza precisi nel prevedere i momenti di svolta, i trader vogliono comunque un metodo valido per trarne profitto in modo coerente. Tutti i sistemi di trading richiedono una tecnica di entrata, un trigger di stop-loss e un obiettivo di profitto o un segnale di uscita.

Un certo numero di day trader fa uso di punti di snodo per accertare i livelli di entrata, di stop e di presa di profitto.Lo fanno cercando di individuare le aree in cui la maggior parte degli altri trader potrebbe intraprendere le stesse azioni. I broker forex online al dettaglio e i siti web appartenenti a terzi offrono accesso gratuito ai calcolatori di pivot point per il trading in valuta estera. Questi calcolatori possono essere trovati su Internet.

Le strategie di trading che si sono dimostrate più efficaci sono quelle che combinano i pivot point con altri indicatori tecnici.Questi indicatori includono le linee di tendenza, i livelli di Fibonacci, le medie mobili, i massimi e i minimi precedenti e i prezzi di chiusura precedenti.

Domande Frequenti

Quanto è preciso il trading basato sui pivot point?

In generale, i pivot point sono noti per la loro grande precisione. Poiché nessuna indicazione di trading è perfetta, il trading basato sui pivot point non sarà sempre corretto. Tuttavia, si è dimostrato efficace nell’assistere i trader nel determinare le posizioni di entrata e di uscita durante il trading.

Quali sono gli svantaggi dell’utilizzo dei pivot point nella vostra attività?

Uno degli svantaggi più significativi dell’utilizzo di un pivot point nel trading è che non garantisce sempre il successo. Ciò significa che il prezzo dell’asset monitorato potrebbe non raggiungere mai i livelli indicati sul grafico del trader.

Quali sono i time frame definiti dal Pivot Point?

Un minuto, due minuti, cinque minuti e quindici minuti sono i periodi di tempo tipici che rientrano nella categoria dei pivot point.

Conclusioni

Nonostante il fatto che i Pivot Point siano un metodo eccellente per individuare le regioni di supporto e resistenza, sono più efficaci se utilizzati insieme ad altri tipi di analisi tecnica.

Sebbene si basino su una formula semplice, è possibile che alcuni trader li trovino preziosi, mentre altri potrebbero non trovarli affatto utili. Non c’è alcuna garanzia che il prezzo si fermi ai livelli generati sul grafico, che si inverta a quei livelli o che li raggiunga. Ci sono anche casi in cui il prezzo fluttua avanti e indietro all’interno di un livello. L’unico momento in cui dovrebbe essere utilizzato è come componente di un piano di trading completo, proprio come qualsiasi altro indicatore.

 

*NB: Le riflessioni e le analisi condivise sono da intendere ad esclusivo scopo divulgativo. Quanto esposto non vuole quindi essere un consiglio finanziario o di investimento e non va interpretato come tale. Ricorda sempre che le scelte riguardo i propri capitali di rischio devono essere frutto di ricerche e analisi personali. L’invito è pertanto quello di fare sempre le proprie ricerche in autonomia.