CheBanca!, primo servizio di home banking italiano: è ancora così?

CheBanca! è la proposta all’avanguardia che fu creata dal Gruppo Mediobanca, per offrire prodotti semplici e a costi ridotti funzionando completamente dal web.

Logo Mediobanca
Adobe Stock

Il Gruppo Mediobanca è una realtà consolidata con più di 70 anni di storia, specializzata nell’Investment Banking e nel credito al consumo e fra i principali operatori nella gestione del risparmio.

CheBanca! è stata la protagonista che dal 2008 ha rappresentato in Italia il primo servizio bancario completamente digitale. Il mercato bancario ha saputo riconoscere il vantaggio dell’innovazione e ha premiato CheBanca! con un record di adesioni a prodotti e servizi.

La Banca dedicata ai clienti al dettaglio si contraddistingue fin dalla sua creazione per gli elevati standard qualitativi dei servizi e la professionalità, necessari per fidelizzare una clientela nuova non abituata al modello multicanale. CheBanca nasce affiancando alla sua distribuzione web, anche call center e filiali, che supportano la rete distributiva sul territorio.

Nel primo anno di apertura CheBanca! registra deposti per 5,3 miliardi di euro e 170.000 conti aperti. A partire dai sui primi anni la Banca consolida i suoi obbiettivi finanziari sulla scorta dell’innovazione che Mediobanca fa della sua attività di business.

Il piano industriale e la crescita economica di CheBanca!

Nel 2014 viene è presentato il nuovo piano industriale, che prevede l’accelerazione della strategia di riposizionamento del gruppo, per contestualizzare meglio il suo ruolo nel mercato. Mediobanca viene riorganizzata in tre pilastri principali: Corporate & Investment Banking, Consumer Banking e la nuova divisione Wealth Management.

La struttura del Gruppo si avvicina sempre più a quello di banca d’affari e holding di partecipazioni, diversificando in modo strategico le sue attività, in modo da redditizie e sostenibili nel lungo periodo. In questo contesto nasce CheBanca! che punta consolidarsi  divenendo una delle aree strategiche per il futuro della divisione Wealth Management, per i risparmi della clientela con reddito medio.

Nel 2016 Mediobanca, attraverso la controllata CheBanca!, acquisisce le attività retail di Barclays in Italia. Questa operazione permette a CheBanca! di raddoppiare le proprie dimensioni, compiendo un ulteriore passo nello sviluppo e nel rafforzamento nel risparmio gestito. A questo si affiancano un portafoglio prodotti e un servizio altamente competitivo, reso possibile grazie alla presa di consapevolezza di ciò che il risparmiatore italiano cerca quando accede al portale della banca: Servizi semplici per effettuare bonifici e transazioni e forme di risparmio con pochissimi rischi.

CheBanca! ha creato quindi dei prodotti semplici, in grado di rispondere a questa specifica esigenza. CheBanca! offre ad esempio un Conto Tascabile e un Conto Deposito a interessi anticipati al 4,70%. Il tutto senza alcuna imposta di bollo e con un risparmio reale di costi per il cliente di oltre l’80%.

Il contesto operativo di CheBanca!

CheBanca! si è affermata come una realtà distinta nel panorama europeo dei servizi retail. La banca ha fatto della qualità e dell’affidabilità i tratti distintivi della sua reputazione. Questa ha premiato l’istituto di credito, presente oggi con 106 filiali, 204 punti vendita e 971 dipendenti.

CheBanca! continua oggi a operare nel mercato del risparmio gestito, che presenta notevoli segnali di crescita. La banca multicanale è oggi uno degli operatori preferiti dalla clientela, tanto che il rapporto sembra essersi invertito rispetto al servizio di deposito tradizionale. Oggi gli italiani sono più propensi ad affidarsi alla banca offrendo la gestione del proprio patrimonio e solo successivamente per depositare la propria liquidità.

La raccolta di CheBanca diretta ammonta a circa 16 miliardi di euro, che affiancano all’obbiettivo di una crescita bilanciata di lungo periodo. Questa è stata favorita da una classe dirigenziale che negli ultimi quindici anni è rimasta stabile, rendendo così più consapevole il gruppo di poter attuare strategie a lungo termine.

Il nostro modo di approcciarsi al cliente è rinomato per correttezza, cura e sobrietà. Le divisioni di CheBanca! hanno mantenuto una organizzazione in stile boutique, che favorisce la rapidità decisionale e un’assistenza personalizzata. Il piano industriale di CheBanca! prevede di raggiungere entro il 2023, otto miliardi di impieghi, 13 miliardi di depositi e 200 milioni di ricavi e 400 mila clienti.

Quanto è sicura CheBanca!

Sulla stregua del piano di investimenti, avvenuto lungo le linee guida del Piano Strategico 2019 – 23 del Gruppo Mediobanca, CheBanca! ha saputo rinnovare, la rete distributiva, sia in termini di innovaizone digitale che con nuove aperture e rilocazione delle filiali.

Il costante rafforzamento della relazione con i clienti è confermato da dati di Customer Satisfaction elevati e in aumento nel tempo. La crescita degli investimenti è proseguita in ottica di riqualificazione del portafoglio, volta ad accrescere la sua diversificazione. Questi sforzi hanno maturato degli ottimi risultati scontati sui valori finanziari e sulle variabili patrimoniali dell’ultimo semestre 2021.

  • A Giugno 2021 i ricavi sono aumentati del 12,8% passando da 317,4 a 358 milioni di euro.
  • L’utile netto cresce a fino a 48,7 milioni con un incremento del 52,7%
  • Gli impieghi aumentano del 8,1% arrivando a 11,1 miliardi di euro.

Attività deteriorate e sofferenze nette

Le attività deteriorate nette crescono da 110,3 milioni a €112,5 milioni e rappresentano l’1% degli impieghi netti, con un tasso di copertura del 46,6% rispetto al 43,4% di inizio esercizio. Le sofferenze nette sono pari allo 0,4% degli impieghi netti e si riducono da 46,3 a 43,2 milioni di euro.

CheBanca! punta a rimanere solida attraverso il miglioramento delle sue attività finanziare in portafoglio. La banca ha modificato o eliminato gli incroci azionari, i patti di sindacato e la le partecipazioni non strategiche. A oggi il portafoglio di CheBanca! comprende essenzialmente la partecipazione in Assicurazioni Generali, che rimane a oggi un investimento profittevole.

Negli ultimi dieci anni il gruppo Mediobanca ha raddoppiato i ricavi grazie allo sviluppo internazionale delle attività Corporate & Investment Banking, all’importante crescita delle attività Consumer, e al lancio del Wealth Management.

Questa crescita solida e consistente nel tempo è avvenuta senza compromessi sui rischi. Il Gruppo di cui CheBanca! fa parte dispone di una ampia dotazione di capitale e di un profilo rischio rendimento tra i migliori in Europa.

Chi controlla cheBanca!

Il consiglio di amministrazione di CheBanca! è presieduto dal Presidente Valentino Ghelli

Valentino Ghelli si è laureato in Economia Aziendale alla Università Bocconi di Milano. Il manager è attualmente Presidente oltre che di CheBanca! anche di Compass Banca, banca specializzata nel credito al consumo del gruppo Mediobanca. È presente nel settore bancario da più di venticinque anni periodo nel quale ha ricoperto diversi incarichi. Ghelli è stato inoltre per sei anni Presidente di Assofin, Associazione Italiana delle società di credito al consumo e immobiliari, di cui attualmente è Vice Presidente. È stato per cinque anni Presidente di Eurofinas, la Federazione Europea fra le associazioni nazionali del credito al consumo.

Vice Presidente Francesco Saverio Vinci

Francesco Saverio Vinci è laurea in Economia aziendale presso l’Università Bocconi di Milano. è entrato in Mediobanca nel 1987 in cui ricopre dal 2010 la carica di Direttore e consigliere e membro del Comitato Esecutivo dall’ottobre 2008.

Gli azionisti di Mediobanca

Gli azionisti di Mediobanca con una quota rilevante pari o superiore al 3% sono:

  • Leonardo Del Vecchio, con una quota pari al 18,90%
  • Gruppo Blackrock con il 3,98%
  • Gruppo Mediolanum con il 3,28%
  • Francesco Gaetano Caltagirone con il 3,00%

Prodotti finanziari

Gestioni Patrimoniali

Attraverso la gestione patrimoniale un esperto di CheBanca! prende in carico il capitale dopo un attenta analisi delle necessità e degli obbiettivi patrimoniali del cliente. Il professionista lavora a contatto con il risparmiatore per mettere in luce quali prodotti di invesitmento sono più consoni a realizzare i suoi tuoi obbiettivi.

La piattaforma modulare di CheBanca! consente di costruire attivamente un portafoglio diversificato, avvalendosi dell’aiuto di gestori esperti che mettono a disposizione tutte le loro competenze in termini di allocazione di portafoglio e selezione di titoli.

Il supporto di un Advisor CheBanca! potrà contribuire attivamente alla costruzione della strategia, modulandone le caratteristiche all’interno di una gamma di offerta ampia e diversificata. Questa può essere costruita scegliendo all’interno di una gamma composta da 15 linee di gestione, rappresentative di stili di trading che di singole asset class: azionarie, obbligazionarie e monetarie.

Fondi di invesitmento

CheBanca! affronta la complessità dei mercati con percorsi di investimento che bilanciano il rendimento in base alle caratteristiche di ogni asset class.

Tramite l’adesione a un fondo comune il risparmiatore mette a disposizione una parte del proprio capitale che viene reinvestito con l’obbiettivo accrescerne il valore. Questo viene ottenuto tramite la compravendita di diverse attività finanziarie come azioni, obbligazioni e titoli di stato, a seconda del tipo di fondo.

Con la selezione di Fondi di Mediobanca SGR, tramite CheBanca! è possibile accedere ai mercati con strategie diversificate, scegliendo la soluzione che meglio risponde in base agli obbiettivi di rendimento e all’orizzonte temporale.

L’attività di selezione e monitoraggio svolta da Mediobanca SGR accompagna la pianificazione finanziaria dei clienti CheBanca! in ogni fase di mercato. La selezione di fondi offre la possibilità di costruire soluzioni personalizzate, contribuendo a migliorare la qualità dei portafogli e a semplificare l’attività di diversificazione. La gamma dei fondi Multimanager messi a disposizione da CheBanca! unisce in un unico prodotto i benefici dell’asset allocation e della migliore gestione attiva.

Questa è composta da tre fondi di fondi gestiti da Mediobanca SGR, società di gestione del Gruppo Mediobanca. Le tre soluzioni proposte investono in molteplici asset class a livello globale e si differenziano l’una dall’altra per la percentuale di azioni all’interno dei singoli portafogli, rispettivamente composti dal 15%, 35% e 60%.

CheBanca! mette a disposizione una gamma di 6.000 fondi gestiti da più di 150 case di investimento, diversificati sia per asset class che aree geografiche.

Fondo mobiliare difensivo

Mediobanca Defensive Portfolio è un fondo mobiliare aperto gestito da Mediobanca SGR, società di gestione del Gruppo Mediobanca. Questo che investe principalmente in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e o monetaria. L’obbiettivo del fondo è quello di gestire il capitale in un contesto di crescita sul medio lungo termine con una particolare attenzione al rischio di mercato. Sfruttando la possibilità di ottenere rendimenti bassi ma costanti nel tempo, il fondo permette di costruire un portafoglio di asset class obbligazionarie, efficiente in termini di protezione del capitale.

L’attenta analisi del contesto macroeconomico consente di adeguare gli investimenti adattandoli al contesto. Il Fondo investe principalmente in titoli di emittenti sovrani, o garantiti da Stati sovrani, organismi sovranazionali e emittenti societari, appartenenti a qualsiasi categoria industriale.

LEGGI ANCHE>>Cosa sono il profilo dell’investitore e la tolleranza al rischio

PAC

Il PAC acronimo di Piano di Accumulo del Capitale offre una modalità semplice e flessibile per costruire gradualmente un capitale. Il Pac è anche un servizio di gestione patrimoniale utile per tutti coloro che vogliono investire piccole somme in modo costante. Il piano di accumulo si basa infatti sulla capacità di sfruttare la crescita tendenziale dei mercati finanziari nel tempo, compensando sul lungo termine le variazioni di prezzo. Questo viene ottenuto evitando di investire tutto in un’unica soluzione e mediando i prezzi di ingresso a mercato. È possibile costruire nel tempo un rendimento con obbiettivi temporali a lungo termine, maturando l’effetto degli interessi composti e bilanciando il rischio.

CheBanca! offre la possibilità di scegliere uno o più Fondi in cui investire i tuoi risparmi e stabilire l’importo dei versamenti. Questi sono generalmente compresi tra i 50 e i 100 euro, corrisposti con una periodicità variabile la libertà di modificarli secondo le indicazioni fornite dalla Società di Gestione.

Cerificates e obbligazioni

Ogni fase di mercato presenta caratteristiche distintive che possono trasformarsi in opportunità per ottimizzare la propria strategia di investimento. CheBanca! in collaborazione strategica con Mediobanca, mette a disposizione nuovi collocamenti per accedere ai mercati in modo diversificato, con obbiettivi di medio lungo termine.

I Certificates sono titoli derivati complessi composti da più sottostanti e tipologie di contratti, tra questi ad esempio indici o titoli azionari, valute, commodities. Essi variano il loro rendimento in relazione all’andamento dei mercati globali, esponendo l’investitore all’andamento degli stessi in modi diversi. Questo li rende strumenti flessibili idonei a soddisfare molteplici esigenze di investimento in ogni scenario economico.

Le strutture finanziarie variegate danno la possibilità di ricevere il rendimento secondo modalità differenti. È possibile partecipare soltanto alla performance positiva dei certificates, oppure avere un payoff massimo o un minimo garantito. Tra le altre soluzioni possibili quella di avere una rendita tramite il pagamento di premi periodici garantiti o il rimborso anticipato al verificarsi di determinate condizioni.

Cosa significa investire in obbligazioni?

Per quanto riguarda le obbligazioni, sottoscrivendole si acquista un titolo di debito emesso da società o enti pubblici. Queste allo scopo di potersi finanziare garantiscono un ritorno in termini di interessi corrisposti in relazione al rating, valutato in base al rischio di solvibilità dell’emittente.

La sottoscrizione di Obbligazioni garantisce all’acquirente, salvo il default dell’emittente, il rimborso del capitale che avviene al termine di un periodo prestabilito. A questo si aggiunge un rendimento periodico, che può essere trimestrale, semestrale, annuale o definito secondo modalità e tempistiche in sede di emissione.

Nel più comune dei casi il rendimento può essere fisso ed è noto al momento dell’emissione, oppure variabile e quindi mutevole in base a determinati parametri che cambiano in base alle condizioni di mercato. L’interesse è rappresentato nel più comune dei casi, da una cedola periodica che può essere pagata con diversa cadenza, annuale, semestrale, trimestrale. Diversamente come nel caso delle obbligazioni Zero Coupon, può essere variabile e corrisponde alla differenza tra prezzo di sottoscrizione del titolo e il valore di rimborso dello stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *